Sembra che Javascript sia disattivato. Provare ad attivarlo e far ripartire il browser.

Chi raccoglie

La raccolta degli indumenti depositati nei cassonetti è affidata alla cooperativa sociale Emmaus Genova: essa sviluppa occasioni di lavoro per persone il cui profilo occupazionale è inquadrato nelle cosiddette "fasce deboli". Per il 2010 sono previste circa 18.000 ore lavoro.

Come

La raccolta è effettuata con automezzi a marchio Lo Staccapanni. 9 lavoratori sono attualmente impiegati in questo progetto con 5 automezzi a disposizione.

Con che frequenza

Ogni cassonetto viene normalmente svuotato 1 volta a settimana, in alcuni periodi dell’anno la frequenza degli svuotamenti viene aumentata.

Questi dati sono in via di evoluzione poiché si sta procedendo a potenziare il servizio:

  • incrementando il numero dei cassonetti in modo che il cittadino possa usufruire di un servizio più a portata di mano
  • posizionando un numero maggiore di cassonetti in quelle zone dove l’attuale capienza risulta insufficiente.

260 contenitori
1.400 tonnellate raccolte
70.000 capi distribuiti
30.000 ore di lavoro di cui:
12.000 retribuite (il 60% di queste svolto da persone appartenenti alle cosiddette "fasce deboli")
18.000 svolte da volontari

Realizzato gratuitamente da McCann-Erickssonn Italiana S.p.A. e registrato presso la Camera di Commercio di Genova.

Il nome "Staccapanni" deriva dalla bella fiaba di Gianni Rodari "Il paese con l'esse davanti" ambientata in un luogo dove "... chi ha bisogno di una giacca, passa dallo staccapanni e la stacca"

Scarica l'estratto della fiaba (doc, 27 KB)